Archivio dei tag huawei

Sostituzione vetro

Quando è sufficiente cambiare solo il vetro?


sostituzione vetro cellulareSostituzione vetro cellulare: quando l’LCD ed il touchscreen del dispositivo funzionano ancora. In questi casi smontiamo e scaldiamo il telefono su una apposita piastra. Successivamente con un filo di molibedno tagliamo e di conseguenza separiamo completamente il vetro dal display. Solo così sarà possibile rimuovere perfettamente la vecchia colla ed applicare quella nuova. Per questa operazione in passato abbiamo utilizzato il gel LOCA, uno specifico gel ottico liquido. Ora siamo passati alle pellicole OCA, che rappresentano una evoluzione dello stesso collante che viene però ma distribuito in fogli.

Durante la sostituzione vetro cellulare applichiamo un foglio OCA sul display ed immobilizziamo perfettamente il telefono tramite delle DIME, quindi posizioniamo il nuovo vetro ed inseriamo il tutto all’interno di una laminatrice. Questa mediante una pressa crea il vuoto eliminando l’aria tra il vetro ed il display e generando allo stesso tempo del calore che scioglie il foglio OCA. Lo strato di colla disciolto dal calore fissa insieme, come se fossero un pezzo unico il vetro ed il display.

Usiamo questa tecnica per i modelli Samsung ed iPhone di ultima generazione in cui il touch screen sta direttamente sul display. Per tuti gli altri modelli di fascia più bassa, in cui il touch screen è direttamente posizionato sul vetro, non occorre utilizzare il gel ottico: se l’ LCD funziona ed il touch screen no procediamo alla riparazione cambiando il vetro. Questa è la tecnica che utilizziamo ad esempio anche nella riparazione di tutti i modelli iPad fino al modello Air.

Sostituzione vetro cellulare: come lavoriamo


Sostituzione vetro samsung galaxy S4 i9505

Sostituzione vetro iPad Mini

Sostituzione display

Quando occorre sostituire il display?


Il display va cambiato quando il telefono si accende ma non si vede nessuna immagine, o quando l’immagine si vede con righe o macchie nere ma il dispositivo non risponde ai comandi. Se uno di questi casi si verifica su modelli di ultima generazione, effettuiamo la riparazione con la sostituzione del display. Per i modelli più economici considerando che il touch screen è contenuto nel vetro, se il telefono non risponde ai comandi cambiamo il vetro.

Come lavoriamo


iPhone 5s, come sostituzione display, batteria e fotocamera posteriore.

Sostituzione batteria

Quando è indispensabile sostituire la batteria del telefono?


Solitamente quando la batteria non tiene più la carica, o si nota che la sua durata passa progressivamente da una giornata a meno di mezza giornata , significa che è arrivato il momento di cambiare il blocco batteria del nostro dispositivo. Non solo, anche se notiamo degli spegnimenti improvvisi nonostante la % di carica residua non sia ancora arrivata al minimo, oppure se notiamo che in poco tempo la carica passa dall’ 80% al 20%, o ancora se il telefono non si accende più o infine se osserviamo un rigonfiamento della batteria.

In tutti questi casi è provvediamo alla sostituzione della vecchia batteria con un nuovo blocco assolutamente originale e garantito 3 mesi. Attenzione a non sottovalutare i problemi relativi al rigonfiamento della batteria perchè possono comportare il verificarsi di altre problematiche che possono nel tempo aggravare lo stato di salute complessivo del nostro dispositivo generando ulteriori danni soprattutto a display e vetro.

Ripristino circuiti elettronici

Quando è necessario il ripristino dei circuiti?


I casi possono essere diversi, per citarne uno, il ripristino dei circuiti è necessario quando ad esempio quando il telefono finisce interamente nell’acqua. In ogni caso, quando la gravità del problema è tale da farci sopettare ad un problema profondo a livello di circuiti elettronici, procediamo smontando totalmente il dispositivo in modo da poter rimuovere la scheda madre. Successivamente la immergiamo nell’ alcol isopropilico al 90% contenuto in una macchinetta ad ultrasuoni che una volta accesa porterà la temperatura a 50°. Le vibrazioni degli ultrasuoni e la temperatura elevata lavorano insieme per 20 minuti provocando il completo distaccamento dalla superficie della scheda madre di tutto ciò che non fa parte dei circuiti.

Ultimato il trattamento, lasciamo che l’alcol evapori completamente e successivamente effettuiamo vari test per verificare il  funzionamento di ciascun componente del telefono, display, tasti, fotocamera etc. Questo intervento può essere risolutivo oppure in caso di ulteriori problematiche riscontrate può costituire solo un primo step nel trattamento dei dispositivi finiti in acqua. Ad esempio se il telefono non riconosce più un componente potrebbe essere necessario un reflow del microchip che interessa il suo funzionamento. In questi casi scaldiamo a più di 200° il microcip direttamente sulla scheda madre, in questo modo le saldature di stagno si sciolgono per poi essere risaldate come erano in principio quando il telefono funzionava. Se questa operazione non dovesse bastare provvediamo alla sostituzione del microchip, operazione delicata ma anche molto efficace.